Per conoscere su internet Ungaretti, il poeta dell’inesauribile segreto

   

«… poesia
è il mondo l’umanità
la propria vita
fioriti dalla parola
la limpida meraviglia
di un delirante fermento…»
Commiato (da Il porto sepolto )


Un classico della modernità, Ungaretti è il poeta che inaugura il Novecento italiano .
Inizia solo nel 1914 a fare poesia, è un giovane di 25-26 anni che esordirà tre anni dopo con il primo libro Il porto sepolto , che presenta il punto di vista di un soldato semplice di fanteria sul fronte del Carso. Nel 1919 esce Allegria di naufragi, che mette in evidenza la vitalità contraddittoria di Ungaretti che riesce spesso ad intrecciare gli estremi della condizione umana (felicità e dramma, vita e morte). «E subito riprende / il viaggio…» e nel 1933 esce il Sentimento del tempo, in cui riaffronta i temi esistenziali della prima stagione creativa in un’ottica nuova, recuperando ciò che già è stato detto dagli autori della tradizione classica italiana, in particolare Petrarca e Leopardi. Tra le altre raccolte è da sottolineare Il dolore del 1947, dal tema biograficamente dominante per le sofferenze che hanno segnato l’esistenza di Ungaretti. La sua produzione poetica continua fino al 1960 con raccolte come, per citare le più famose, La terra promessa  o Il taccuino del vecchio, anche se quest’ultima parte è segnata da frammentarietà e incompiutezza. Quello che più colpisce della sua opera è il sillabare messaggi vitali in versi brevissimi, l’essenzialità lirica e la purezza dell’espressione. É una “creatura” che pone interrogativi elementari,quelli senza tempo che non necessitano di filtri letterari ma di un approccio a sé.In poche ed essenziali parole nutre il lettore goccia a goccia con distici indimenticabili, lancia qua e là un grido che la tradizione letteraria italiana non conosceva. Ogni parola «scavata è nella mia vita / come un abisso», nasce un nuovo modo di fare poesia che darà origine all’Ermetismo. In internet è disponibile molto materiale biografico, anche in lingua straniera e vi sono molti siti che offrono la lettura delle poesie più note.
 

 

L E T T E R A T U R A . I T

A cura di Velania La Mendola; aggiornato da Francesca Luperti, maggio 2007
by