La chimera, edito da Einaudi, premio Strega 1990, il libro di Vassalli più tradotto nel mondo, una delle opere di narrativa tra le più lette nelle scuole italiane, è un romanzo storico che apre ampie finestre sul Seicento nella terra di pianura novarese. Il romanzo è al centro di un’intervista-documentario Cercando Zardino in cui Sebastiano Vassalli racconta se stesso, il libro, la sua narrativa e i luoghi della Chimera.

L’obiettivo della telecamera del regista del film in dvd Mario Tosi ha rintracciato lo scrittore nella sua casa perduta nella pianura compresa tra la ferrovia per Torino e il fiume Sesia. Con Vassalli il documentario va alla ricerca di Zardino, il villaggio del XVII secolo evocato nella narrazione e oggi scomparso, come recita il racconto, travolto da una probabile piena del fiume. Cercare Zardino significa soprattutto tentare di scorgere i volti della pianura che lo ha circondato e nello stesso tempo inghiottito, andare alla scoperta dei luoghi, delle storie, delle memorie che si nascondono tra pioppeti, argini e risaie.

Con l’aiuto di Roberto Cicala, curatore con Giovanni Tesio del volume La chimera. Storia e fortuna del romanzo di Sebastiano Vassalli (Interlinea), Vassalli traccia un efficace ritratto della pianura della Chimera. Incontriamo i protagonisti: Antonia, il vescovo Bascapè, il paesaggio di pianura; ma l’attenzione si sofferma anche sulla fatica della risaia, sul “macigno bianco” Monte Rosa, sul senso del sacrificio e della festa che chiudono il romanzo. Moltissimi gli spunti nella mezz’ora di filmato-intervista.

Tra le risposte ascoltiamo: «L’uomo ha modificato il paesaggio e il paesaggio a sua volta ha modificato l’uomo». Vassalli ci conduce per mano attraverso il suo spazio narrativo che affonda le radici in documentazioni storiche e ricerche approfondite, ma che si avvale anche dell’apporto creativo e di un sapiente tocco fantastico. «I veri storici sono anche dei grandi scrittori» commenta sornione Vassalli. Come dargli torto?»

Le musiche composte e strumentate da Fabrizio Gallina Sabarino ci seguono discrete e coinvolgenti nel percorso alla ricerca del vero battito della pianura. Lucilla Giagnoni, che ha portato nei teatri di tutta Italia La chimera, interpreta con intensità alcune pagine del libro.

Il documentario è stato prodotto grazie da Project e Novaracinefestival con il contributo di Promoriso, Provincia di Novara, Agenzia Turistica Locale della Provincia di Novara, Centro Novarese di Studi Letterari.

Cercando Zardino

Regia: Mario Tosi
Intervista: Roberto Cicala
Musica: Fabrizio Gallina Sabarino
Lettura: Lucilla Giagnoni
Produzione: Project e Novaracinefestival, 2007
Durata: 33’

Il dvd è distribuzione
per le scuole a prezzo speciale.

Euro: 18

Scheda biobibliografica sull’autore
Il sito di Sebastiano Vassalli
infocentro@letteratura.it